Le terme della Romagna: dove andare

instancabile giramondo_edited

A Bergamo l’estate è ormai un piacevole ricordo. Ora è tempo di riporre i vestiti leggeri nell’armadio e prepararsi all’arrivo del freddo. Autunno e inverno per me significano solo una cosa: tante spa e terme dove stare in costume al calduccio, prendermi cura di me stessa e rilassarmi. E’ così che passerò molti dei weekend freddolosi che ci attendono e mi sto già informando su alcune strutture nelle quali non sono mai stata.

Vi avevo già parlato della Romagna Visit Card e della possibilità di visitare 54 siti culturali gratuitamente. Ciò che ancora non sapete è che, tra le oltre 70 strutture convenzionate (dove potete usufruire di uno sconto sull’ingresso presentando la vostra tessera), ci sono alcune terme le cui acque hanno poteri curativi conosciuti da moltissimi anni. Vediamo quali sono…

Le Terme di Castrocaro

Un grande complesso inaugurato nel 1938 e inserito all’interno di un parco di 8 ettari, costituito dallo stabilimento termale, il Grand Hotel & Spa e il Padiglione delle Feste.
Le Terme di Castrocaro sono tra le più conosciute in Italia per il potere benefico delle sue acque, ricche di sali minerali, e i fanghi di velluto. Piscina termale con idromassaggi, sauna, bagno turco, grotta termale, percorso Kneipp e sale relax con frutta e tisane sono solo parte di quello che il Grand Hotel & Spa ha da offrire. Il tutto all’interno di una cornice in pieno stile Art Déco.
Grazie alla vostra card avrete uno sconto del 15% sul pernottamento in hotel, sui trattamenti benessere e la ristorazione, sulle cure termali e i massaggi terapeutici e sul percorso politermale della spa. Per maggiori informazioni, visitate il sito ufficiale.

Terme di Punta Marina

Le Terme di Punta Marina sorgono direttamente sulla spiaggia. Il complesso è pensato per soddisfare tutte le esigenze dei propri clienti. Il centro benessere è il luogo ideale per riposare mente e corpo, il Marlin Beach & Restaurant saprà deliziare i vostri palati dopo una giornata di relax e infine il Terme Beach Resort vi ospiterà nelle sue camere moderne e spaziose con vista sul mare.
All’interno dello stabilimento termale vi è anche un reparto sanitario, dove si svolgono cure fisioterapiche e riabilitative, visite ed esami specialistici.
La Romagna Visit Card offre uno sconto del 10% su tutti i trattamenti del centro benessere e uno sconto del 10% su un pernottamento minimo di 2 notti. Inoltre pagherete l’ingresso alla piscine termali 10€ anziché 15€!
Per scoprire tutti i trattamenti benessere, visitate il sito delle terme a questo link.

Riccione Terme

Il Centro termale di Riccione deve la sua fortuna all’acqua termale sulfurea con grandi proprietà terapeutiche. Il centro infatti si propone anche come luogo di fisioterapia e di cura per diverse patologie, quali la sordità rinogena. Uno staff di medici e operatori qualificati accompagna i pazienti in tutte le fasi del trattamento, sostenendoli e aiutandoli nel percorso di riabilitazione e rieducazione.
Il Centro termale inoltre dispone di un Centro benessere, luogo di incontro di incontro tra la mente e il corpo. La spa propone un percorso termale sensoriale con piscine termali a temperature differenziate, idromassaggi, percorso vascolare, grotte, miorilassamento a infrarossi, percorsi cromatici e aquafitness.
Qui potrete usufruire di una riduzione del 10% sull’acquisto di cure termale, trattamenti e percorsi proposti dal centro benessere e sui cosmetici. Inoltre avrete uno sconto del 20% sull’ingresso giornaliero o pomeridiano al Percorso termale sensoriale.

Romagna Visit Card_ Instancabile giramondo

Come si ottiene la Romagna Visit Card?

E’ possibile acquistare la card in uno dei punti vendita autorizzati oppure direttamente dal sito ufficiale. E con il codice BLG-017 potete avere uno sconto sull’acquisto della tessera! Che aspettate?

Clicca qui per scoprire tutti i siti visitabili con la Romagna Visit card

Annunci

Itinerario di un giorno alla scoperta dei castelli della Romagna

I castelli sembrano sempre avvolti da un’aurea di mistero, un non so che, che ci infonde curiosità e voglia di conoscere e al tempo stesso ci incute un senso di malinconia misto ad angoscia. Certo è che visitare un castello è sempre una buona idea, soprattutto perchè c’è sempre qualcosa da scoprire, passaggi e stanze segrete, aneddoti interessanti sulla famiglia che vi viveva e curiosità sulla vita di corte.

Se avete voglia di una gita fuori porta e vi piace visitare castelli, potete seguire questo breve itinerario di un giorno, che vi porterà alla scoperta di due castelli della Romagna, il castello di Gradara e quello di Montefiore Conca.

Se siete in possesso della Romagna Visit Card, potete usufruire di uno sconto sul biglietto di ingresso a questi due siti medievali. Se ancora non l’avete comprata, vi ricordo che è possibile ordinarla sul sito ufficiale e, inserendo il codice BLG-017, avrete anche uno sconto sull’acquisto. A questo link potete vedere tutti i 54 siti culturali accessibili gratuitamente e scoprire tutte le strutture convenzionate, nelle quali poter accedere con un prezzo scontato.

Il castello di Gradara

Vi sarà capitato, forse, di sentir parlare di Gradara, il borgo che ha fatto da cornice alla storia d’amore tra Paolo e Francesca. La rocca sorge in cima al colle, nel corso del tempo fu la casa delle principali famiglie di epoca medievale e rinascimentale: Malatesta, Sforza, Borgia e Della Rovere. Oggi è possibile ammirarne gli interni, ritrovando alcuni arredi originali, dipinti ed affreschi.
La visita guidata deve essere prenotata con anticipo, chiamando il numero 0541-964115 e successivamente recarvi alla Pro Loco di Gradara, dove vi verrà applicato lo sconto della vostra Romagna Visit Card.


Il Catello di Gradara dista solo 35 minuti di auto da Montefiore Conca. Il mio consiglio è quello di dedicare la mattina alla visita di Gradara, riscoprendo l’atmosfera medievale di un borgo perfettamente conservato e ammirando gli spazi verdi lungo la strada che conduce alla rocca.
Il pomeriggio invece sarà interamente dedicato a Montefiore Conca, nonché uno dei “Borghi più belli d’Italia”, e al suo castello.


Il Castello di Montefiore Conca

Costruito per volere della famiglia dei Malatesta, il Castello ospita affreschi raffiguranti scene dell’Eneide, realizzati per mano di Jacopo Avanzi. La visita vi condurrà all’interno della fortezza, passando per la Sala del Trono e la Sala dell’Imperatore, mostrandovi, tre le altre, una ricca esposizione di reperti archeologi rinvenuti durante gli scavi. Anche qui la visita deve essere prenotata preventivamente chiamando il numero 0541-980179.
Andate a dare un’occhiata al profilo Instagram di Montefiore Conca, troverete delle fotografie strepitose! Anche quelle che vedete in questo articolo sono loro 🙂

Per maggiori informazioni, potete visitare il sito di Romagna Visit Card e nello specifico la pagina dedicata al Castello di Gradara e quella dedicata al Castello di Montefiore Conca.

Curiosità!

Chi sono Paolo e Francesca?

Correva l’anno 1275 quando Guido da Polenta decise di concedere sua figlia Francesca in sposa a Giovanni Malatesta, come ringraziamento per averlo aiutato a cacciare i nemici. Giovanni Malatesta non era di certo quello che si può definire “un bel ragazzo”, così Guido da Polenta decise di ingannare la figlia: fece conoscere a Francesca Paolo il Bello, fratello di Giovanni. Così la povera ingannata accettò di sposarsi, senza sapere che Paolo avrebbe pronunciato il suo sì a nome e per conto del fratello.
Col passare del tempo Paolo e Francesca continuarono a frequentarsi di nascosto, finché il marito di lei li uccise entrambi.