Escape room Milano

1477062800241.jpg

Cari amici, sono appena rientrata da Milano, dove ho avuto il piacere di partecipare a un’escape room.

1 stanza. 5 persone (al massimo). 1 ora di tempo per riuscire a scappare. Queste sono le caratteristiche principali del gioco.

Escapers Milano si trova in via Francesco Nava ed è costituito da due sale: “Fuga dalla prigione” e “Fotolaboratorio del fantasma”. La sala all’interno della quale sono stata rinchiusa con la mia squadra è “Fuga dalla prigione”. Il primo obiettivo è quello di riuscire a scappare dalla cella ma… non cantate vittoria troppo in fretta!

La logica non basta, serve anche un po’ di astuzia e, perchè no, un po’ di fantasia, per cercare materiale che potrebbe tornarvi utile anche in posti che non immaginereste. All’ingresso vi verrà dato un Walkie-Talkie, con il quale potrete chiedere 3 indizi ai proprietari, che nel frattempo si staranno facendo delle grandi risate, guardandovi dalla telecamera!

Per prendere parte al gioco, non serve nulla di particolare, se non tanta voglia di divertirvi! Il mio consiglio è quello di andare in 4 persone. Secondo me è il numero adatto, considerando che le stanze non sono enormi.

Se fa paura? Be, questo sta a voi giudicarlo! Non vi resta altro che provare!

Per maggiori informazioni visita il sito di Escapers Milano.

All’uscita vi faranno anche una fotografia, che verrà caricata sulla pagina ufficiale di Facebook: Escapers Milano

Buona fuga e… alla prossima!

Annunci

Djerba e i falsi miti!

Eccomi ancora qui a parlarvi di posti meravigliosi, questa volta vi porterò un po’ lontano…più precisamente in Tunisia!!!!

Devo ammettere che prima di partire per Djerba ho sentito opinioni molto diverse…chi mi diceva che sarei stata soddisfatta della mia scelta e chi mi diceva che me ne sarei pentita.

Eccovi spiegato il perchè: nel periodo da metà luglio a metà agosto Djerba può essere invasa dalle alghe, per questo motivo io vi consiglio di andarci a settembre, in quel periodo non ho mai trovato il mare sporco!

IMG_3139

Un cosa è certa: fate più escursioni possibili!!!!!
Io ne ho fatte molte, dall’uscita in quad al paracadute, dalla cena tipica con spettacolo di danza del ventre alla giornata nel deserto rosso… la mia preferita è stata sicuramente l’escursione all’isola dei fenicotteri, un mare incantevole, acqua trasparente, sabbia finissima e la cosa più divertente è stata raggiungere l’isola a bordo di un veliero di pirati, con tanto di spettacoli ed esibizioni a bordo!

IMG_3143

La cucina tunisina è fantastica! Ma forse io sono di parte, mangio qualsiasi cosa! Vi consiglio senza dubbio di provare il cous cous, mai mangiato uno così buono!!!!
E non fatevi prendere dalla paura dell’acqua dei lavandini. Se andate in un villaggio come si deve, l’acqua viene controllata ogni giorno e non correrete alcun rischio!

Ci sarebbe molto altro da dire su quest’isola, sui suoi paesaggi, i suoi abitanti molto cordiali e simpatici ma lascio a voi l’ultima parola… provare per credere!

Roma in un giorno……si può!

Eccomi qui dopo taaaaanto tempo (prometto che mi farò perdonare), a parlarvi di una città che porto nel cuore da molti anni ormai: Roma!

La nostra capitale è davvero una città fantastica, ovunque ti giri, trovi sempre qualcosa di bello da vedere! Ovviamente in un giorno non si può vederla tutta, ma potete sicuramente visitare i luoghi più famosi.

Il nostro viaggio parte dal Colosseo, comodamente raggiungibile in metropolitana dalla stazione di Roma Termini. Chiaramente non potete perdervi i Fori Romani. Se vi fermate a Roma solo un giorno, non avete tempo per prendere parte a tutte le visite guidate, ma una sbirciata da fuori, non ve la nega nessuno!

IMG-20150524-WA0072
Dando le spalle al Colosseo e lasciando alla vostra sinistra i Fori Romani, potete iniziare ad intravedere l’Altare della Patria, la cui maestosità è qualcosa di incredibile!

A questo punto, munitevi di scarpe super comode perchè vi aspetta una bella passeggata!
Salutate Piazza Venezia, dove è situato appunto l’Altare della Patria, e proseguite sempre dritti, imboccando Via del Corso. Camminando per una decina di minuti arriverete a Piazza Colonna, dove i più spendaccioni o gli appassionati di moda potranno fermarsi per un po’ di shopping alla galleria Alberto Sordi. Una volta svuotato il portafoglio, continuate la vostra passeggiata nelle stessa direzione, passate davanti a Palazzo Chigi e camminate fino ad arrivare al Parlamento Italiano!

IMG-20150524-WA0027

Giusto il tempo di fare due foto e via, si riparte! Ripercorrete la strada di prima al contrario fino a Piazza Colonna. A questo punto non dovete far altro che andare alle spalle della Galleria Alberto Sordi e prendere Via dei Crociferi, che vi porterà alla Fontana di Trevi. Purtroppo quando sono andata io a Maggio era chiusa per restauro, spero che voi siate più fortunati!

La fame iniziava a farsi sentire, così sono andata alla ricerca di un posticino carino per pranzare e ho trovato una spaghetteria fantastica “L’Archetto“, che offre un’incredibile varietà di spaghetti, ce n’è per tutti i gusti! Se siete amanti della buona cucina, vi consiglio di fermarvi e assaggiare i tipici spaghetti romani all’Amatriciana.

Dopo esservi saziati, è il momento di ripartire. Dalla Fontana di Trevi potete decidere se proseguire in direzione Nord e recarvi a Piazza di Spagna, oppure andare in direzione Ovest verso il Pantheon. Se vi trovate a Roma in primavera, andate senza alcun dubbio a Piazza di Spagna, la Scalinata di Trinità dei Monti riempita di fiori è qualcosa di unico!

In entrambi i casi però, sia che abbiate optato per far visita alle tombe dei reali nel Phanteon, sia che abbiate optato per Piazza di Spagna, dalla posizione in cui vi trovate potrete facilmente raggiungere Castel Sant’Angelo, sito archeologico, fortezza e prigione, nonchè residenza pontificia!

Immagine

A questo punto, vi basterà girarvi e attraversare la strada per scorgere il Vaticano.

Cosa aspettate? Correte a prenotare il volo, Roma vi aspetta!

Sos campeggio

1477064193541.jpg

Oggi voglio parlarvi dei campeggi, e in particolare dell’esperienza in tenda!
Devo dire che sono sempre stata abbastanza scettica sull’argomento, finché un giorno mi sono detta “perchè no?”.

Così sono partita, con la mia tenda appena comprata e un comodo materassino gonfiabile. Nient’altro. Giuro!
Sì, devo dire che come prima esperienza è stata alquanto bizzarra, ma sicuramente moooolto divertente! E per fortuna avevo dei vicini di “casa” gentili che mi hanno prestato qualsiasi cosa!
Però sapete una cosa? Da quel giorno, non posso farne a meno!

Quindi ecco una lista di tutto ciò che potrebbe esservi utile:
– pompa per materasso
– telo da mettete sotto la tenda
– torcia, meglio se ricaricabile
– coperte
– multipresa ciabatta
– adattatore universale
– sacco nero
– mini frigo elettrico
– spago e mollette per stendere
…e per finire, tanto tanto spirito di adattamento!