Come sta andando il turismo in Italia?

E’ di qualche giorno fa la notizia che il flusso turistico italiano è aumentato e continuerà ad aumentare durante la stagione invernale. Secondo il report elaborato da Confturismo-Confcommercio vi è la tendenza a destagionalizzare le vacanze. Che significa? Vuol dire che la durata media dei viaggi sta diminuendo per lasciar spazio a brevi soggiorni anche nei mesi meno tradizionali, come ad esempio settembre e ottobre. Tra le mete preferite dagli italiani troviamo Puglia, Toscana, Lombardia, Lazio, Veneto, Emilia Romagna e Sicilia. All’estero invece spiccano Spagna e Stati Uniti.

Gli italiani quindi non rinunciano alle vacanze, staccare la spina serve a tutti. Tendiamo a scegliere più località da visitare durante l’anno, piuttosto che fare un grande viaggio ad agosto, ciò senza dubbio è anche merito delle compagnie low cost che ci consentono di partire per brevi soggiorni ogni volta che lo desideriamo, offrendoci tariffe economiche. A trarne vantaggio da ciò sono anche e soprattutto i musei, i monumenti, le mostre e i beni culturali.

E in futuro come andrà?

Sicuramente questa tendenza continuerà ad aumentare ma le mete cambieranno. Secondo il Word Economic Forum, che ogni anno pubblica un report dal titolo “Travel & Business” ci sono ben 10 Paesi che nell’ultimo anno hanno fatto passi da gigante nel settore turistico. Per scoprire quali sono, è sufficiente guardare il report 2017.

L’Albania è l’unico Paese all’interno dei confini europei e sta diventando una delle principali destinazioni turistiche grazie soprattutto alla competitività dei prezzi. Nel resto del Mondo si fanno strada altre realtà, tra cui Messico, India, Perù, Egitto, Bhutan e Algeria. A questo link l’elenco completo.

Il bagaglio culturale, i prezzi economici e la natura sono solo alcuni motori che stanno trainando questi Paesi in cima alla graduatoria, salendo le posizioni della classifica e sviluppando una cultura per l’accoglienza, non tanto mentale quanto a livello di organizzazione.

…e la nostra Italia?

Il Belpaese purtroppo sta perdendo posizioni, trovandosi oggi al 27° posto tra i 30 paesi più industrializzati.
Le cause sono da ricercare nei prezzi troppo elevati degli hotel (occorre tuttavia precisare che il report prende in considerazione i prezzi degli hotel di categoria 4 e 5 stelle), nella qualità delle infrastrutture del trasporto aereo, che secondo il Word Economic Forum non è all’altezza dei paesi concorrenti, e nel Governo che “SEMBREREBBE” non dare troppa importanza al turismo, destinando ad esso solo il 3,6% del proprio bilancio, a fronte del 6,5 % speso dal governo spagnolo.

Insomma, un risultato non proprio degno di nota…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...