Una camminata sul lago: The Floating Piers

4,5 chilometri, 200.000 mila cubi in polietilene ricoperti da 10.000 metri quadri di tessuto giallo. Questo è The Floating Piers, il nuovo progetto di Christo.

Ma chi è Christo?

81 anni e di origine bulgara, diventato famoso insieme alla moglie Jeanne-Claude per le appariscenti installazioni fatte in tutto il Mondo. L’Italia era già stata scelta da Christo nel lontano 1974, quando impacchettò Porta Pinciana a Roma.

PORTA-PINCIANA-GENNAIO-1974.-FOTO-BIFFANI
Foto di Roma2oggi.it

E oggi, come tutti sapete, lo ritroviamo al Lago d’Iseo con quello che tutti chiamano “il ponte galleggiante”.

La passeggiata sul lago

Non so dirvi cosa si  prova a camminarci sopra, certo è che si tratta di qualcosa di unico, un’idea a mio parere geniale. E’ una sensazione particolare data dal fatto che in quel momento stai camminando sul lago e sai di non essere su un ponte normale, perchè non è elevato rispetto al livello dell’acqua ma ci è letteralmente appoggiato sopra. Un’esperienza sicuramente da provare!

20160624_142326

Il mio consiglio è quello di andarci durante la settimana, in mattinata o nel primo pomeriggio, perchè a partire dalle 16 la folla inizia ad aumentare a dismisura. Soltanto nella prima giornata il numero di visitatori registrati alle 19.30 era 55.ooo, tanto che, qualche giorno dopo l’inaugurazione, gli organizzatori hanno deciso di ridurre gli orari di accesso alla passerella dalle 06.00 a mezzanotte, anzichè 24 ore su 24.

Andare scalzi a mio parere è un po’ rischioso, considerato il numero di persone che ogni giorno passano di lì, vi direi piuttosto di tenere i calzini e andare con quelli. Durante la giornata il ponte non dondola come dicono, certo se proverete a stare fermi sentirete un leggero oscillare, ma nulla di esagerato! Durante la sera invece, con l’alzarsi del vento, potrebbe aumentare e farsi sentire un po’ di più.

Il tutto mi è parso molto ben organizzato, non mancano senza dubbio agenti di sicurezza lungo tutto il percorso e volontari del 118 pronti a soccorrere le vittime del caldo. L’unica pecca secondo me è la durata dell’evento, 16 giorni sono davvero pochi, soprattutto se pensiamo che le persone attese sono 500.000.

20160624_140802

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...